PERIFERIE, OSNATO (FDI): ABBANDONATE PER TAGLI GOVERNO E AUMENTI TARIFFE COMUNE

0
49

Il deputato di Fratelli d’Italia, Marco Osnato, denuncia in una nota l’abbandono delle periferie milanesi, a causa – da una parte – del decreto Milleproroghe e dall’altra dell’aumento di tasse e tariffe ATM dell’amministrazione comunale. “Da una parte il governo, con il clamoroso taglio ai fondi per la riqualificazione delle periferie e dall’altra il Sindaco Sala e la sua maggioranza PD con i continui aumenti di tasse e tariffe, ultimi quelli previsti per biglietti e abbonamenti ATM che variano dal 10 al 33 % e in mezzo i milanesi che, come del resto tutti gli italiani, sono vittime del dilettantismo e della faciloneria della politica degli annunci sui social”, scrive Osnato. “I nostri concittadini – aggiunge il deputato- vedono oramai lontani i tempi in cui le giunte di centrodestra a Milano toglievano l’ICI, non applicavano l’addizionale IRPEF, contenevano la TARSU, proponevano le tariffe dell’acqua più basse d’Europa, alzavano la soglia di esenzione per asili e mense, concedevano la gratuità per i libri di testo fino alle medie e non aumentavano biglietti e abbonamenti dell’autobus (addirittura gratuiti per gli anziani) assicurando i migliori servizi e investimenti possibili. Oramai il bilancio del Comune di Milano è una plastica rappresentazione del concetto “tassa e spendi” senza che i milanesi ne abbiano alcun giovamento. Contestualmente – prosegue il deputato di FDI – anche il governo Lega-5 Stelle toglie ogni residuo di speranza ai milanesi che vivono nelle sempre più abbandonate periferie i quali, dai tempi di Albertini e della Moratti, non vedono più progetti concreti e realizzati di riqualificazione, e si vedono sottrarre anche quei pochi finanziamenti previsti per le zone disagiate delle città”. “È ora – conclude Osnato – che a Milano, come in tutta la Nazione, si torni nel centrodestra a proporre politiche serie e soprattutto rispondenti alle reali necessità dei nostri cittadini”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here